Chiesa Arcipretale di San Lorenzo

CHIESA ARCIPRETALE DI SAN LORENZO

_MG_4681

L’antica parrocchiale di Collazzone, dedicata a Santa Maria delle Grazie, con annesso ospedale per i poveri, si trovava a ridosso delle mura castellane. La chiesa aveva ricevuto il titolo di parrocchiale il 16 ottobre 1671, era stata oggetto di un radicale intervento di restauro ed ampliamento nel 1725, per venir poi consacrata il 26 maggio 1737 da mons. Anselmo Lodovico Gualtieri, Vescovo di Todi. Di essa, collocata nei pressi dell’attuale e confinante con la casa parrocchiale, si conserva ancora il campanile settecentesco, costruito su uno dei torrioni del castello ed ancora visibile dietro l’abside della chiesa nuova.

Di recente fondazione, inaugurata nel 1904, la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, in stile neogotico, venne a sostituire l’antica parrocchiale, fondata nel 1671. Si tratta di un impianto ad un’unica navata, intonacata e tinteggiata, coperta con volte a crociera a tutto sesto, costolonate a decorate con motivo a cielo stellato. L’aula, sviluppata su quattro campate scandite da pilastri ottagonali adiacenti alle pareti esterne, è introdotta da una bussola lignea con sovrastante organo, e termina nel presbiterio, rialzato, a pianta poligonale di sette lati, sormontato da una semicupola, costolonata anch’essa come le crociere. L’originario altare maggiore, così come i due laterali esistenti, si presenta in muratura stuccata e decorata. L’ambiente liturgico conserva opere di pregevole interesse, tra cui una scultura lignea, policroma, da attribuire ad un intarsiatore umbro nella seconda metà del XIII secolo, raffigurante la Madonna con il Bambino. Intonacata si presenta anche la facciata, con una falsa cortina in conci di pietra, a due spioventi, antistante la piazza principale del paese, intitolata ad Umberto I, recentemente pavimentata in cotto. Tutti gli elementi formali della stessa, dal portale con lunetta ogivale, all’ampio rosone sovrastante, al basamento, al cornicione di coronamento, alle edicole sui cantonali, mostrano decorazioni e cornici in terracotta. La torre campanaria in pietra è collocata lungo il fianco destro dell’edificio.